appartamento 200 mq

richieste:

  • 2 camere da letto grandi con cabina armadio
  • 1 camera per gli ospiti indipendente
  • 3 bagni di cui almeno 2 con finestra
  • zona studio e ripostiglio.

planimetria ricevuta

planimetria consegnata

PREMESSA

L’appartamento è davvero pregevole, non solo per la metratura importante, ma anche per la presenza di pareti completamente vetrate; per valorizzare questa caratteristica, il progetto propone anche internamente molti elementi vetrati (vetrata scorrevole, porte vetrate, nastri sopraluce, etc.) al fine di portare luce naturale anche nelle zone più interne dell’appartamento. La soluzione distributiva si articola necessariamente intorno al corridoio centrale che suddivide la zona giorno dalla zona notte. Per le pareti, tra le camere e i bagni non pertinenziali, si consiglia uno spessore maggiorato (almeno 15 cm) per limitare la trasmissione dei rumori. La presenza di molti setti, pilastri e cavedi tecnici, condiziona la distribuzione delle stanze, per cui sono state privilegiate per quanto possibile forme regolari, cercando di nascondere i pilastri nel gioco ad incastro delle stanze.

Ingresso (1, 2)
Il disimpegno immette direttamente nella zona giorno, cui fa da “filtro”; a sinistra della porta d’ingresso si accede agli spazi riservati al personale di servizio (separati dalla zona notte per maggiore privacy); a destra della porta d’ingresso viene ricavato un angolo guardaroba con consolle, scarpiera, specchio, etc. Sul disimpegno si affaccia anche la libreria a giorno della zona studio, che interrompe la parete e lascia filtrare la luce. Il disimpegno può avere il soffitto ribassato (per effetto ottico sembrerà meno lungo e stretto).

Camera e bagno di servizio (3, 4, 5)
Questi ambienti sono stati pensati come una zona autonoma rispetto al resto dell’appartamento e per questo motivo vi si accede dal disimpegno dell’ingresso. Il bagno di pertinenza non dà direttamente sulla camera da letto per poter essere utilizzato all’occorrenza anche come bagno per gli ospiti. Per portare un po’ di luce al disimpegno 3 e al bagno cieco, si consiglia di realizzare un sopraluce a nastro affacciato sulla camera.

Studio (6)
L’angolo studio, pur facendo parte del soggiorno, è strutturato come se fosse una stanza a sé stante. La scrivania trova posto (e privacy) dietro la quinta che fa da appoggio al televisore del soggiorno e una grande libreria si sviluppa a “L” in angolo con il guardaroba. Si affaccia direttamente sul soggiorno, da cui prende luce, ma volendo può anche avere accesso dal disimpegno d’ingresso, realizzando una libreria a ponte.

Per rendere lo studio ancora più luminoso si possono realizzare elementi vetrati anche sulla parete della cucina (in alternativa al solito sopraluce, si possono pensare altre forme come oblò o “tagli” verticali in funzione dello stie dell’arredamento). L’angolo studio può essere concepito anche come un box completamente vetrato aperto sul soggiorno e/o sul disimpegno.

Soggiorno, pranzo e cucina (7, 8, 9, 10)
Vengono concepiti come un unico ambiente, pur essendo la cucina di fatto una stanza distinta, chiudibile all’occorrenza con una parete vetrata scorrevole. Il soggiorno e la zona pranzo sono orientati a favore di panorama. La cucina si sviluppa intorno all’isola centrale con sedute anch’esse orientate a favore di panorama; i mobili a colonna trovano posto nella parete di fondo; sotto il nastro delle finestre si può organizzare la zona operativa; la grande vetrata a scomparsa si affaccia direttamente sulla zona pranzo.

Disimpegno zona notte (11)
Scegliendo una porta vetrata tra soggiorno e disimpegno, si può dare un po’ di luce anche a questo ambiente di passaggio.

Zona notte padronale: camera, cabina armadio e bagno (zone 12, 13, 14)
La camera si affaccia su balconcino; sulla parete opposta al letto si aprono le porte gemelle della cabina armadio e del bagno (attrezzabile con vasca o doccia); il punto tv è di fronte al letto.

Bagno e lavanderia (zone 15, 16)
La forma irregolare del vano, consente di ricavare una nicchia appartata per i due sanitari; la vicinanza alla zona giorno, lo rende adatto ad essere usato anche come bagno degli ospiti. La lavanderia è accessibile dal disimpegno e prende luce (e, volendo, anche aria) dal sopraluce affacciato sul bagno.

Ripostiglio (zona 17)
Per questione di umidità, si preferisce distinto dalla lavanderia.

Camera e cabina armadio (zone 18, 19)
La stanza è a tutti gli effetti una camera matrimoniale, ma può essere arredata anche come una camera doppia a letti separati, come presentata in progetto; nello spazio dietro il pilastro si propone una doppia libreria a giorno in continuità con le scrivanie gemelle.

La consulenza è stata sviluppata a partire da materiale grafico e informazioni fornite dal cliente e per questo la situazione rappresentata negli elaborati potrebbe risultare non del tutto corrispondente allo stato dei luoghi. Lo scopo della consulenza online è fornire al cliente un’idea base di partenza da sviluppare successivamente in sede di progettazione e direzione lavori.

I nostri clienti dicono...

Abbiamo fatto consulenze on line per ItaliaPrincipato di MonacoFrancia, BelgioLussemburgoGermania e Svizzera.  Leggi le ultime recensioni pubblicate su Google da alcuni clienti.

Contattaci per un preventivo senza impegno