porzione appartamento 80 mq

richieste:

  • una camera da letto con cabina armadio
  • una sala giochi/tv/studio

planimetria ricevuta

elaborati arredati

PREMESSA

Le stanze hanno un’ampia metratura, ma, trattandosi di un sottotetto, presentano due “difetti”: la poca altezza e la scarsa luminosità (i lucernari sono piccoli). Usando qualche accorgimento si possono comunque:

  • sfruttare al meglio gli spazi, mettendo nelle parti basse letti e poltroncine (dove si sta seduti o sdraiati) e lasciando le parti alte ai percorsi (da fare in piedi);
  • far sembrare i soffitti più alti, con qualche trucco da illusione ottica per “slanciare” le pareti;
  • far sembrare le stanze più luminose, utilizzando colori molto chiari.

Dato che i ragazzi vogliono dormire insieme e non essendo possibile suddividere ulteriormente gli ambienti, abbiamo cercato di ricavare comunque spazi autonomi per le varie attività “raddoppiando” la zona studio e la zona relax, in modo tale che ciascuno possa avere i suoi spazi senza disturbare l’altro quando sono impegnati in attività diverse. Poiché i ragazzi utilizzeranno gli spazi in maniera promiscua, le due stanze sono state concepite come un ambiente unico (anche se suddiviso in zone funzionali), riproponendo in entrambe gli stessi colori e gli stessi materiali.

Arredo
L’arredamento deve essere “flessibile”, composto da elementi modulari e facili da spostare a seconda delle necessità dei ragazzi: studio, gioco, riposo, etc. Ad esempio: per le zone relax sono più indicate le poltroncine rispetto al divano e una scrivania con rotelline (ovviamente di tipo adatto al parquet) può essere più comoda da spostare sotto il lucernario per studiare alla luce naturale. Le stanze per i ragazzi hanno bisogno di colori vivaci, ma nel vostro caso, poiché gli ambienti non sono molto luminosi, si consigliano per i mobili colori molto chiari e toni neutri (bianco, panna, tortora, beige con dettagli azzurri e blu): saranno i complementi d’arredo (tappeti, copriletti, cuscini, etc.) a dare il tocco di colore in più, tenuto conto anche del fatto che i ragazzi crescono rapidamente ed altrettanto rapidamente cambiano i gusti.

Luci
Per valorizzare gli ambienti mansardati, oltre alle lampade da distribuire nelle varie zone, suggeriamo di illuminare il soffitto dal basso, anche con lampade nelle parti più basse della stanza, così da non lasciare zone d’ombra.

Colori
Così come per i mobili, anche per le pareti consigliamo colori molto chiari: prendendo spunto dal colore sbiancato del parquet e dei letti esistenti, si può proporre un azzurro chiarissimo per le pareti da abbinare ad una carta da parati con disegno a righe verticali (azzurro/bianco/beige) per le sole pareti “triangolari”: questo espediente inganna l’occhio e dà l’illusione di un soffitto più alto. In alternativa alla carta da parati, le righe possono anche essere dipinte direttamente a parete oppure si possono usare stencil o altri elementi decorativi, purché il disegno abbia sviluppo in verticale (se il disegno è orizzontale, si ottiene l’effetto contrario). Giocando con le tonalità dell’azzurro (o riprendendo i colori della carta da parati) si possono evidenziare alcuni elementi con una tonalità più decisa (ad esempio il parapetto della scala, la curva della cabina armadio, etc.); il soffitto si consiglia bianco.

Stanza 1
La porzione più bassa della stanza è stata destinata a ripostiglio con accesso da una porticina in corrispondenza del lucernario.

I letti, affiancati per poter essere avvicinati, sono stati disposti con la testata nella parte più bassa (visto che ci si sta seduti o sdraiati) per lasciare i passaggi e gli spazi liberi nella parte più alta; dietro le testate c’è una cassapanca che fa da appoggio e da contenitore per i giochi. E’ necessario far portare le prese per i comodini nella nuova parete in cartongesso e, quando deciderete di farvi fare la cassapanca su misura, le prese andranno fissate direttamente sulla cassapanca (con passaggio nello zoccolino della stessa). I letti che avete già, vanno benissimo: per la realizzazione della cassapanca, sarà sufficiente tener conto dell’altezza della testata.

La zona studio occupa la parete più alta, sfruttandone l’altezza con una libreria e una scrivania integrate. Sotto il lucernario è stato ricavato un angolo relax con due poltroncine, in tessuto oppure in vimini con cuscini. La parete tv è attrezzata con un mobile basso ad ante chiuse e/o cassettoni, che fa da contenitore (anche per gli zainetti) e con una composizione libera di mensole e/o cubi a giorno.

La cabina armadio viene ricavata naturalmente nella nicchia e se ne sfrutta l’altezza. Difficile dare indicazioni troppo specifiche, perché ognuno ha le sue preferenze, ma, dato che i ragazzi sono due, consigliamo di ricavare spazi gemelli (doppia cassettiera, doppi ripiani, etc.) così le loro cose rimarranno separate e di attrezzarla a misura di bambino con il bastone per gli appendini alla loro altezza. Utilizzando elementi modulari, potrete comporla a piacimento, trovando anche elementi regolabili in altezza.

Scala e disimpegno
Per la scala, proponiamo alcune alternative per “chiudere” lo spazio tra parapetto e soffitto: pannelli vetrati (da fissare con supporto metallico), cavetti in acciaio, o griglia metallica a disegno artistico; la prima soluzione è quella visivamente più “leggera” perché non interrompe la continuità degli spazi. Per il disimpegno, si propongono delle mensole nella nicchia tra il pilastro e la porta della stanza 1. Poiché questa parte di sottotetto comunica direttamente con il soggiorno sottostante, se il rumore dei ragazzi che giocano dovesse dare disturbo sotto, potreste chiudere completamente con pannelli vetrati.

Stanza 2
Nella parte bassa della stanza è stato inserito un mobile a misura con ante, cassettoni, ripiani a giorno, etc. (volendo, anche ad ante scorrevoli), mentre la parte più alta della stanza viene lasciata libera da arredi fissi.

La zona studio è vicina alla scala (anche perché destinata ad un’attività più silenziosa), con scrivania nella parte alta, in prossimità della presa esistente: scegliendo scrivania e cassettiera con rotelline, si possono spostare all’occorrenza sotto il lucernario per studiare alla luce naturale.

La zona tv, etc. è dalla parte opposta (dove c’è l’attacco tv); per sfruttare al meglio gli spazi, proponiamo sedute molto basse con grandi cuscini, componibili a piacere per poterle spostare all’occorrenza nella parte bassa (le avvicino se guardo la tv; le sposto se gioco con la wii, etc.).

La consulenza è stata sviluppata a partire da materiale grafico e informazioni fornite dal cliente e per questo la situazione rappresentata negli elaborati potrebbe risultare non del tutto corrispondente allo stato dei luoghi. Lo scopo della consulenza online è fornire al cliente un’idea base di partenza da sviluppare successivamente in sede di progettazione e direzione lavori.

I nostri clienti dicono...

Abbiamo fatto consulenze on line per ItaliaPrincipato di MonacoFrancia, BelgioLussemburgoGermania e Svizzera.  Leggi le ultime recensioni pubblicate su Google da alcuni clienti.

Contattaci per un preventivo senza impegno