Progetto online 100 mq – appartamento con 3 camere da letto

richieste:

  • cucina senza tavolo, separata dal soggiorno
  • vetrata in cucina lato zona giorno
  • bancone snack
  • parete attrezzata di fronte al divano
  • una camera con cabina armadio

planimetria ricevuta

planimetria arredata

PREMESSA

La proposta progettuale è stata sviluppata tenendo conto delle sue indicazioni, mantenendo in buona parte l’impianto distributivo esistente. Per ricavare una zona cottura separata come da sua richiesta, proponiamo lo spostamento della cucina in corrispondenza della portafinestra più piccola, per poter usufruire di luce e aerazione naturali.

Soggiorno Pranzo

La tv è stata posizionata sulla parete a destra della porta d’ingresso, dove lo spazio è sufficiente per una composizione di elementi contenitore, libreria, consolle d’ingresso, etc.; il divano è di fronte alla tv, accanto alla portafinestra. Il tavolo da pranzo (che può essere un modello estensibile, da allungare solo quando serve) è vicino alla cucina, in una posizione tale da poter godere della luce naturale della portafinestra e comodo per poter vedere anche la tv. Di fronte alla porta della cucina abbiamo previsto una madia o credenza, in posizione intermedia tra la cucina e la zona pranzo.

Illuminazione: per differenziare le tre zone (ingresso, soggiorno e pranzo) proponiamo due punti luce a parete (zona ingresso e sopra la madia), un punto luce a soffitto e una lampada da appoggio per la zona soggiorno e una lampada a sospensione sopra il tavolo da pranzo.

Cucina

Dato che il tavolo è in soggiorno, la cucina è stata organizzata su due lati, come zona di lavoro con bancone snack accostato alla vetrata affacciata sul soggiorno; la doppia porta a scomparsa è vetrata (per dare luce anche alla porzione di soggiorno che non gode di luce diretta) e può essere lasciata aperta senza dare ingombro per creare all’occorrenza un unico ambiente con il soggiorno. La porzione vetrata in corrispondenza del bancone snack deve avere un’altezza da terra di almeno 120 cm, per consentire l’accostamento del divano da un lato e del bancone snack dall’altra; può essere anche un modello apribile, con ante scorrevoli.

Illuminazione: strisce led sopra le colonne e i pensili (per avere luce indiretta e diffusa, riflessa dal soffitto) e sotto i pensili (per avere anche luce diretta sul piano di lavoro); due lampade o faretti a sospensione sopra il bancone snack.

Camera singola

Come da sua indicazione, la stanza è stata ristretta per dare più spazio alla cucina, ma abbiamo considerato di mantenere una larghezza di 2,60 m per non “sacrificarla” troppo. E’ stata arredata come camera singola, con zona studio. La porta a scomparsa è una buona idea, ma va tenuto presente che non garantisce la stessa tenuta ai rumori di una normale porta a battente: se la stanza verrà usata come studio questo aspetto non ha particolare rilevanza, se invece in futuro si ipotizza di utilizzarla come camera consigliamo una porta a battente.

Illuminazione: considerato che in futuro la stanza potrà avere una destinazione diversa, consigliamo un punto luce centrale a soffitto, da integrare con lampade da appoggio.

Disimpegno e Ripostiglio

Il ripostiglio attuale è un po’ troppo piccolo per posizionarvi anche la lavatrice; suggeriamo di ingrandirlo per poter posizionare in colonna lavatrice e asciugatrice e mantenere anche lo spazio per alcuni ripiani sulla parete opposta. Nel disimpegno è stata ricavata una nicchia per mobile a muro da utilizzare ad esempio come scarpiera.

Illuminazione: per il disimpegno proponiamo una striscia led (che potrebbe essere incassata in presenza di un eventuale controsoffitto) o due/tre punti luce a soffitto; per il ripostiglio è sufficiente un punto luce a soffitto al centro.

Bagno principale

Sono state invertite le posizioni della porta e della doccia, in modo da non avere subito a vista i due sanitari quando si entra.

Illuminazione: un punto luce a soffitto (o due, nel caso si scelgano elementi di dimensioni ridotte) e uno o due punti luce a specchio.

Bagno secondario

E’ stato modificato, tenendo conto delle sue indicazioni.

Illuminazione: un punto luce a soffitto e un punto luce a specchio; dato che la doccia è in nicchia e che quindi risulterà un po’ in ombra, proponiamo un secondo punto luce a soffitto o un soffione con led integrato.

Camera doppia

Nell’ipotesi di voler utilizzare questa stanza coma camera matrimoniale o doppia, la cabina armadio che si potrebbe ricavare nella nicchia esistente, non sarebbe abbastanza grande per contenere il guardaroba di due persone. Proponiamo quindi un armadio con sviluppo ad L, mini-cabina armadio d’angolo (per cassettiere, biancheria, etc.) e porzione a ponte sopra il letto; con l’armadio a ponte è possibile realizzare anche una soluzione con letti singoli, ma accostabili all’occorrenza.

Illuminazione: lampada da terra in angolo, due punti luce a parete dietro il letto (o elementi integrati sotto la zona punte dell’armadio) in sostituzione delle abat-jour, un punto luce a parete in corrispondenza dell’angolo armadi; all’interno della mini-cabina armadio possono essere predisposti mini-faretti o strisce led.

Camera padronale

Proponiamo di utilizzare la camera più grande come camera padronale, in cui è possibile ricavare una cabina armadio più grande. Data la forma dell’appartamento, questa stanza presenta una zona d’ingresso con un percorso un po’ “tortuoso”, che però può essere valorizzato con un ribassamento in cartongesso e un tipo di illuminazione che lo diversifichino dal resto della stanza.

Illuminazione: per la zona ingresso proponiamo una serie di piccoli faretti incassati, disposti in modo tale da evidenziare il percorso; per la cabina armadio proponiamo un punto luce a soffitto (oppure elementi integrati ai ripiani); per la zona letto proponiamo una lampada da terra in angolo e abat-jour a comodino.

planimetria con schema punti luce

prospetto parete lato divano

planimetria quotata

La consulenza è stata sviluppata a partire da materiale grafico e informazioni fornite dal cliente e per questo la situazione rappresentata negli elaborati potrebbe risultare non del tutto corrispondente allo stato dei luoghi. Lo scopo della consulenza online è fornire al cliente un’idea base di partenza da sviluppare successivamente in sede di progettazione e direzione lavori.

I nostri clienti dicono...

Abbiamo fatto consulenze on line per ItaliaPrincipato di MonacoFrancia, BelgioLussemburgoGermania e Svizzera.  Leggi le ultime recensioni pubblicate su Google da alcuni clienti.

Contattaci per un preventivo senza impegno