condomino non paga le spese condominiali

  • Che fare se un condomino non paga le spese condominiali?
  • Gli altri condomini devono accollarsi le sue spese?
  • Che cosa può fare l’amministratore?

Il Nuovo Codice Civile e le Disposizioni di Attuazione in materia di Condominio (in vigore dal 18/07/2013) stabiliscono norme più severe nei confronti dei “furbetti” che non sono in regola con il pagamento delle spese condominiali:

  • l’amministratore può agire per vie legali nei confronti del condomino moroso ottenendo un decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, dando inizio ad un iter che può portare fino al pignoramento della proprietà,

  • i creditori del condominio non possono rivalersi nei confronti dei condomini virtuosi che sono in regola con i pagamenti,

  • l’amministratore ha addirittura facoltà di sospendere, al condomino che non paga per più di sei mesi, l’erogazione di alcuni servizi (ad esempio il riscaldamento, quando si tratti di un’utenza condominiale e sempre che sia tecnicamente possibile “spegnerlo” al solo moroso).

Disposizioni Attuative – Art. 63

Per la riscossione dei contributi in base allo stato di ripartizione approvato dall’assemblea, l’amministratore, senza bisogno di autorizzazione di questa, può ottenere un decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, nonostante opposizione, ed è tenuto a comunicare ai creditori non ancora soddisfatti che lo interpellino i dati dei condomini morosi. I creditori non possono agire nei confronti degli obbligati in regola con i pagamenti, se non dopo l’escussione degli altri condomini. In caso di mora nel pagamento dei contributi che si sia protratta per un semestre l’amministratore può sospendere il condomino moroso dalla fruizione dei servizi comuni suscettibili di godimento separato. […]

Solidarietà per quelli che hanno davvero serie difficoltà economiche, ma “tolleranza zero” nei confronti di tutti gli altri (chi vive in condominio lo sa bene) 😉