come comprare casa

Ti stai domando come comprare casa avvedutamente? Dopo il decalogo “Come vendere casa” non posso dunque che passare dalla parte del compratore … e quindi ecco alcune cose che si dovrebbero fare (o che si dovrebbero evitare) quando si compra casa.

Guardatevi intorno: ormai tutti gli annunci vengono pubblicati nel web. L’antica tradizione del pellegrinaggio in tutte le agenzie della zona che sfiancava anche i più entusiasti è fortunatamente superata: oggi navigando un po’ vi farete subito un’idea di quello che offre il mercato (e a che prezzo) e potrete concentrare gli sforzi contattando subito il venditore o l’agenzia giusti.

1) Accertatevi che tutto sia in regola dal punto di vista edilizio. Per non incappare in opere abusive o difformità rispetto al progetto, se possibile, fatevi accompagnare nella visita da un professionista di vostra fiducia. Per esempio non tutti sanno che per i vecchi edifici le planimetrie catastali non hanno alcun valore edilizio!

2) Imparate a memoria questo mantra: “gli interrati e i seminterrati non sono MAI abitabili e le cosiddette “mansarde” non lo sono QUASI MAI!”. Attenzione quando vi dicono che sopra si possono ricavare delle camere anche se le hanno dovute chiamare “soffitte”, perché in genere non c’è l’altezza legale per farlo. Se poi vi propongono delle camere al piano interrato … beh, dite pure che sottoterra è meglio dormirci solo dopo essere passati a miglior vita!

3) Se non lo conoscete bene, prendete informazioni sul quartiere, possibilmente passando in zona in orari e giorni diversi. “Tranquillissima la via, peccato che ogni mezz’ora si senta passare l’intercity per Milano!” oppure “Stupenda la vista mare, peccato stiano per costruire un hotel di 10 piani proprio davanti!”.

4) Casa in costruzione: a cosa fare attenzione? Soprattutto alle dimensioni delle stanze e alle possibilità di arredamento: gli appartamenti moderni sono sempre più piccoli e più difficili da arredare! Vi forniranno una pianta e potrete mettervi a tavolino, disegnandovi dentro i mobili, sarà persino divertente …

5) Casa esistente: a cosa fare attenzione? A meno che non la vogliate ristrutturare completamente, concentratevi su: macchie di umidità e crepe negli intonaci, anzianità degli impianti e stato dei serramenti.

6) Scambiate due chiacchiere con i vicini e con l’amministratore del condominio: per accertarsi delle spese condominiali e soprattutto perché, scoprire solo dopo aver acquistato che hanno appena deliberato di rifare il tetto, non farà bene alle vostre finanze.

7) Scegliete con intelligenza gli orari per le visite: in piena luce i difetti si notano così bene!

8) Presenza o meno di ascensore e parcheggio, servitù di passo, piccoli abusi sono elementi fondamentali in fase di trattativa. Quella veranda è abusiva ma vi farà comodo? Chiedete comunque di abbassare il prezzo perché è abusiva e vi toccherà demolirla.

9) “Ho un sacco di richieste e sto per chiudere una trattativa” … balle! Prendetevi comunque tutto il tempo che serve: è un acquisto importante, non è come comprare un microonde in offerta!

Buona fortuna!

P.S. Ecco i nostri relativi ad “affitto o mutuo?