Per realizzare una consulenza planimetrica dobbiamo necessariamente partire da una planimetria; se non ne hai già una a disposizione, come quella catastale, dovrai ricostruirla tu, prendendo le misure sul posto: ecco alcune indicazioni utili nei 3 casi principali.

Caso 1 – Stanza regolare con pareti parallele e perpendicolari

Oltre alle dimensioni principali della stanza (in questo esempio 3,65m e 5.35m) e all’altezza interna (qui è 2.70m), sono necessarie tutte le misure che permettano di posizionare correttamente le apeture (porte, finestre, porte-finestre), le strutture portanti come i pilastri e ogni altro elemento architettonico presente.

Caso 2 – Stanza irregolare con pareti inclinate

Vale quanto detto al punto precedente e inoltre, trattandosi di una stanza irregolare dato che ci sono pareti inclinate e non perpendcolari, è necessario misurare alcune diagonali per poter posizionare correttamente le pareti (in questo esempio 6.51m e 7.05m).

“Diagonale”: è il segmento che unisce due vertici non consecutivi di un poligono.

Caso 3 – Stanza in soffitta/mansarda con tetto a falde

Vale quanto detto ai punti precedenti e inoltre, trattandosi di una stanza in soffitta/mansarda, è molto importante misurare tutte le altezze interne dovute al tetto a falde (in questo esempio 1.60m e 2.80m).

Quando studiamo un ambiente mansardato le difficoltà progettuali sono maggiori perchè dobbiamo tenere sempre conto simultaneamente dello sviluppo planimetrico e di quello in elevazione: è un attimo prendere una testata 🙂

Come misurare?

Ci sono vari tipi di metro che puoi utilizzare: metro ripiegabile a stecche, flessometro, cordella metrica, etc., ma per prendere rapidamente le misure della tua casa e con una precisione nettamente maggiore, ti consigliamo di utilizzare un telemetro laser. Ti consigliamo il misuratore laser qui sotto, con funzione addizione e sottrazione che permette di misurare quei lati ove sporgenze ed arredi ostacolano una comoda misurazione.

Se guardi la planimetria del caso 2 con inserite le sagome degli arredi, è chiaro che è difficile prendere tutte le misure (abbiamo lasciato segnate le più difficili) senza l’utilizzo di un telemetro laser:

  • sia perchè le diagonali sono sempre difficili da misurare,
  • sia perchè la presenza degli arredi è un forte ostacolo nel caso si utilizzino i suddetti metri classici.