arredamento moderno freddo

C’era una volta un luogo accogliente chiamato “pasticceria”: entravi e ti sentivi un po’ a casa, con quel rassicurante arredamento in legno, quei morbidi divanetti di stoffa, quei colori caldi alle pareti e quelle luci soffuse: ci andavi per regalarti una coccola.

L’ambiente si distingueva facilmente da un altro luogo chiamato “ambulatorio del dentista”: entravi e ti sentivi già un po’ a disagio, l’arredamento era asettico e spigoloso, le sedie dure e scomode, le pareti bianche, le luci fredde … in effetti lo frequentavi il meno possibile.

E’ di moda un tipo di arredamento moderno freddo e ti sfido a trovare differenze significative tra l’arredamento di una pasticceria e quello di un dentista! Tutto estremamente curato, ma eccessivamente bianco, metallico, spigoloso e freddo, vagamente “genere obitorio”. Dovrai fare mente locale per capire che l’insegna “Dolci Emozioni” sta per “Pasticceria”, poi entrerai e non saprai dove andare, perché quello che sembra il bancone non è il bancone, quella che sembra la cassa non è la cassa e quelli che sembrano i tavoli non sono i tavoli. Accidenti! Se non fosse per il profumo di crema, potresti anche essere dal parrucchiere o in qualunque altro negozio … perché ormai gli arredamenti sono tutti uguali!

Lo stile che fa tendenza è a tal punto omologato che puoi trovare lo stesso ambiente in panificio o dall’estetista, a Verona, come a Londra o a Hong Kong!

Peccato: era bello distinguersi!