appartamento 60 mq

richieste:

  • zona giorno open-space
  • angolo studio
  • bagno con vasca e doccia
  • zona lavanderia

planimetria ricevuta

planimetria consegnata

legenda

  1. appendiabiti/consolle
  2. libreria
  3. tv
  4. bancone
  5. disimpegno soppalcato
  6. sopraluce
  7. armadio a ponte
  8. tv

PREMESSA

Abbiamo rielaborato la planimetria in funzione delle vostre ultime indicazioni, cercando allo stesso tempo di soddisfare le esigenze di partenza (ripostiglio/lavanderia, bagno con vasca e doccia, etc.).

Ingresso
Il vecchio corridoio viene eliminato per creare una zona giorno open space, in cui l’ingresso si “fonde” con il soggiorno. La parete a destra della porta d’ingresso viene arredata con una composizione di elementi (preferibilmente appesi, in parte chiusi, in parte a giorno): appendi-abiti, consolle, specchio, etc.. La lunga parete è lo scenario ideale per appendervi composizioni di quadri, specchi, mensole, etc. e, per accentuarne il carattere, si consiglia di dipingerla con un colore più acceso (o più scuro) rispetto alle altre. Il percorso “virtuale” del corridoio che porta alla zona notte viene sottolineato da un ribassamento in cartongesso con faretti ad incasso.

Angolo studio
L’angolo studio viene ricavato a sinistra dell’ingresso, attrezzando l’intera parete con una libreria dotata di alcuni moduli chiusi (che possono fare anche da credenza) e una scrivania “libera”, adatta anche a ricevere. La scrivania e le poltroncine possono essere di design o anche vintage, ma è importante che siano “scenografiche”, perché in questa posizione attirano lo sguardo.

Soggiorno
Il divano è un’isola al centro della zona living, orientato a favore della parete finestrata; anziché la coppia di divani a due posti, si consiglia un modello con penisola (o con pouf) che potrebbe anche trasformarsi in letto. Per la tv, dato che si trova in una posizione di passaggio, si propone un modello appeso con sotto un mobile contenitore basso (ad esempio a cassettoni).

Pranzo
Il tavolo è in soggiorno, ma in una posizione un po’ appartata vicino alla cucina, anch’esso a favore di tv. Si consiglia un modello estendibile, così da poter avere un ingombro contenuto quando non si abbiano ospiti; anche se viene usato tutti i giorni, è pur sempre il tavolo della sala da pranzo, per cui deve essere elegante, abbinato a sedie che abbiano uno schienale alto (in altre parole: non sono indicate le sedie “da cucina”). Sopra il tavolo si consiglia una lampada a sospensione.

Cucina
La cucina, posizionata per necessità tecniche in prossimità della colonna di scarico, è ben delimitata (così da poter realizzare facilmente il gradino per l’alloggiamento degli impianti, se fosse indispensabile) e all’occorrenza si può chiudere con una porta scorrevole vetrata a scomparsa (comoda per limitare la diffusione degli odori o per “nascondere” la cucina quando si ricevono ospiti). La cucina può essere attrezzata ad angolo, con un bancone che faccia da piano lavoro nella nicchia sotto la finestra. Poiché lo spazio è contenuto e non vi piacciono i pensili, proponiamo una soluzione con la parete lavabo/cottura senza pensili (vicino alla colonna dello scarico) e la parete frigo/forno interamente “a colonne”, eventualmente anche incassata, come in uno degli esempi riportati di seguito. La parte superiore della parete che delimita il bagno può essere dotata di sopraluce (inserti colorati in vetro-mattone o vetri acidati fissi) per lasciar filtrare un po’ di luce naturale nel bagno cieco.

Disimpegno e ripostiglio
L’antibagno è necessario per norma igienica (il bagno non può affacciarsi direttamente sul soggiorno): lo abbiamo trasformato in un disimpegno/ripostiglio, con un armadio a muro nel quale è possibile inserire anche la colonna lavatrice/asciugatrice. Per ricavare un bagno più spazioso, il disimpegno viene “sagomato” con una parete a 45° e il muro portante della camera (se possibile) viene smussato per agevolare il passaggio. Poiché l’altezza lo consente, tutto o parte del disimpegno potrebbe essere “soppalcato” (lasciando 2,40 m di altezza nel disimpegno) per ricavare un ripostiglio, raggiungibile con una scala o aprendo una botola.

Le porte interne si consigliano bianche (o avorio), preferibilmente con qualche modanatura: richiamano nello stile le porte originali e si addicono ad un edificio antico, adattandosi allo stesso tempo ad un arredamento moderno.

Bagno
Come da richiesta, il bagno è dotato sia di vasca che di doccia (in alternativa potreste optare per una vasca con cabina doccia e mettere la lavatrice al posto del piatto doccia). E’ stata lasciata un’ampia parete per il lavabo, così da poter mettere un grande specchio, utilissimo per moltiplicare la luce, dato che il bagno è cieco; il sopraluce sulla parete dei sanitari, consentirà comunque di avere un po’ di luce indiretta dalla cucina.

Camera da letto
La camera da letto ha due lati completamente attrezzati ad armadio, con soluzione ad angolo. La parete dietro il letto è molto ampia per cui suggeriamo di scegliere un letto con testata “importante” (ad esempio in pelle o in tessuto) e di trattarla con un colore o una finitura diversa rispetto alle altre pareti, ad esempio una carta da parati e punti luce a parete con applique originali.

Suggerimenti finali

Stile, colori e finiture
Nella scelta dei colori, va tenuto presente che l’appartamento non è molto luminoso, per cui è meglio orientarsi verso colori abbastanza chiari per le grandi superfici (pavimenti e pareti) e usare i colori più scuri con moderazione e solo per alcuni elementi. Di base possiamo suggerirvi combinazioni di colori “neutri” (marrone, tortora, beige, bianco o avorio, etc.) per tutti gli elementi principali e di “osare di più con il colore per i particolari e i complementi d’arredo (cuscini, sedie, tappeti, etc.). Il parquet può essere usato ovunque, ma se pensate che possa essere troppo delicato, potete ottenere un effetto simile con pavimenti in gres che abbiano un formato tipo “listone” (le finiture sono le più varie).

Illuminazione
Lo studio dei punti luce va fatto necessariamente in funzione dell’arredo definitivo, ma possiamo comunque dare qualche suggerimento.

In ambienti multi-funzione come un open space è indispensabile differenziare il tipo di illuminazione (soffusa e ad intensità regolabile per zona divani , concentrata sul tavolo, etc.) e distribuire le luci in maniera omogenea.

Ingresso: faretti incassati nel ribassamento a soffitto lungo il percorso tra porta d’ingresso e disimpegno. Soggiorno: lampada da terra dietro il divano e lampada da appoggio su mobile tv.

Sala da pranzo: lampada a sospensione al centro del tavolo.

Cucina: luce diffusa lungo tutto il perimetro della stanza.

Bagno e antibagno: semplici punti luce a soffitto e da specchio.

Camera da letto: punti luce a parete sopra il letto.

La consulenza è stata sviluppata a partire da materiale grafico e informazioni fornite dal cliente e per questo la situazione rappresentata negli elaborati potrebbe risultare non del tutto corrispondente allo stato dei luoghi. Lo scopo della consulenza online è fornire al cliente un’idea base di partenza da sviluppare successivamente in sede di progettazione e direzione lavori.

I nostri clienti dicono...

Abbiamo fatto consulenze on line per ItaliaPrincipato di MonacoFrancia, BelgioLussemburgoGermania e Svizzera.  Leggi le ultime recensioni pubblicate su Google da alcuni clienti.

Contattaci per un preventivo senza impegno