Progetto online 40 mq – zona giorno open space di una casa a schiera

Richieste principali:

  • schermatura all’ingresso
  • tavolo allungabile disposto a penisola
  • frigorifero molto ampio
  • zona studio
  • ribassamenti in cartongesso con illuminazione a faretti e led

planimetria ricevuta

planimetria arredata

planimetria con schema punti luce

  1. pannello appendiabiti/specchio
  2. libreria a giorno in cartongesso
  3. zona studio
  4. parete attrezzata in cartongesso
  5. camino
  6. colonna aperta verso soggiorno
  7. colonna a giorno
  8. piano cottura
  9. lavastoviglie
  10. lavabo
  11. colonna frigorifero
  12. colonna dispensa
  13. colonna forni
  14. base con pensile
  15. tavolo accostato

Premessa

La proposta progettuale è stata sviluppata tenendo conto delle sue indicazioni, arredando gli spazi esistenti con minimi interventi.

Colori e finiture. Non conoscendo nello specifico le sue preferenze in fatto di colori e di stile dell’arredamento, è difficile dare consigli di dettaglio, ma di seguito possiamo proporre due ipotesi.

  • CASO 1 con la sostituzione del pavimento esistente: in questo caso suggeriamo i colori chiari e neutri che vanno per la maggiore (tonalità tortora, beige, bianco, etc.), prediligendo le tonalità calde dei beige; dato che l’open space è un ambiente piuttosto grande, può essere valorizzato con pavimenti di grande formato (come ad esempio i listoni, sia per un parquet sia per un grès); per le pareti consigliamo un tortora chiaro di base, utile per mettere in evidenza la libreria, la parete attrezzata in cartongesso, i soffitti e i controsoffitti che consigliamo di colore bianco. Di seguito daremo indicazioni più specifiche, stanza per stanza.
  • CASO 2 con il mantenimento del pavimento esistente: i ragionamenti che si possono fare sono simili a quelli fatti per il CASO 1, ma il colore delle pareti andrà scelto tenendo conto del colore del pavimento, che purtroppo facciamo fatica a valutare dalle foto che ci ha mandato (sembra una tonalità fin troppo arancio); se il colore è simile al cotto, suggeriamo per le pareti, i soffitti e i controsoffitti il bianco e per la libreria e la parete attrezzata in cartongesso un grigio chiaro.

Sia nel CASO 1 che nel CASO 2 consigliamo di eliminare l’attuale rivestimento a palladiana sia sul camino che sulla parete della tv, che risulta molto “pesante” a ha uno stile eccessivamente rustico; eventualmente può valutare di sostituirlo con un rivestimento di mattoncini da dipingere dello stesso colore delle altre pareti o in tonalità leggermente più scura. Elimineremmo anche l’arco della zona antibagno, dove metteremmo una porta. Per le tende suggeriamo un modello a vetro o a pacchetto, perché in tutti e tre i casi è necessario ridurne al minimo l’ingombro.

Illuminazione: nell’elaborato grafico allegato proponiamo uno schema dei punti luce; anche in questo caso, di seguito daremo indicazioni più specifiche, stanza per stanza.

Zona ingresso

Come da sua indicazione, proponiamo una parziale schermatura della zona ingresso, che in questa situazione è quasi indispensabile dato che dalla porta d’ingresso la vista di chi entra spazia fino alla zona cucina. Proponiamo di realizzare una libreria a giorno (aperta sui due lati) in cartongesso, con ripiani in cartongesso o vetro nella parte superiore ed elementi chiusi con ante o cassettoni nella parte inferiore: questo elemento permetterà di schermare l’ingresso e garantire la giusta privacy al soggiorno. Come appendiabiti per gli ospiti suggeriamo un semplice pannello a muro con qualche pomello ed elementi a specchio per dilatare virtualmente lo spazio della zona ingresso (dato che c’è spazio anche nell’antibagno, consigliamo di sfruttare quello spazio come cappottiera, evitando ulteriori ingombri nella zona giorno).

Colori e finiture: sopra la zona ingresso abbiamo previsto un ribassamento in cartongesso.

Illuminazione: una composizione di strisce led incassate nel controsoffitto e faretti (sempre da incasso) nella parte alta della libreria.

Zona soggiorno

Per godere al meglio degli spazi quotidiani, suggeriamo una soluzione con un unico tavolo estensibile, da aprire all’occorrenza. Tutta la parete sotto la scala può diventare una parete attrezzata (con struttura in cartongesso) per la tv, integrata con il camino e in continuità con un angolo studio con scrivania. Il divano può essere un modello componibile con pouf o sedute ad angolo, da spostare quando si volesse aprire il tavolo al centro della stanza.

Colori e finiture: suggeriamo un ribassamento in cartongesso, che integri la struttura della scala; per la scala proponiamo un parapetto in cristallo.

Illuminazione: abbiamo mantenuto il punto luce a soffitto esistente (valorizzabile con una scenografica applique) e il punto luce a parete sul giro scala; nel ribassamento del soffitto sopra il camino e la tv, proponiamo faretti o strisce led da incasso; una lampada da tavolo sullo scrittoio.

Zona cucina

La cucina è stata attrezzata sulle due pareti, mantenendo tutti gli elementi a colonna dallo stesso lato e disponendo il tavolo a penisola; tutta la zona operativa con lavabo, lavastoviglie e piano cottura è stata organizzata sulla stessa parete dove sono già presenti gli attacchi. La posizione della penisola delimita e “racchiude” la zona cucina, separandola di fatto dal soggiorno. Un’alternativa al bancone, può essere quella di un tavolo estensibile accostato alla cucina, che può essere staccato, allungato e riposizionato nella stanza.

Colori e finiture: data la sua preferenza per i ribassamenti in cartongesso, proponiamo un controsoffitto di spessore minimo (10/15cm) su tutta la superficie della cucina; trattandosi di un open space, suggeriamo di evitare il rivestimento a parete nella zona cucina e di optare per soluzioni alternative specifiche come la resina, la pittura vetrificata o simili (purché lavabili e resistenti alle alte temperature).

Illuminazione: faretti da incasso nel controsoffitto (il numero e la disposizione dipenderanno molto dalle dimensioni degli elementi che sceglierà), strisce led sopra e sotto i pensili, lampade a sospensione sul tavolo.

Si riportano di seguito delle immagini render fotorealistiche

La consulenza è stata sviluppata a partire da materiale grafico e informazioni fornite dal cliente e per questo la situazione rappresentata negli elaborati potrebbe risultare non del tutto corrispondente allo stato dei luoghi. Lo scopo della consulenza online è fornire al cliente un’idea base di partenza da sviluppare successivamente in sede di progettazione e direzione lavori.