progetto 35 mq

richieste:

  • soluzione distributiva planimetrica per lo studio di un bilocale

planimetria ricevuta

planimetrie consegnate

PREMESSA

L’appartamento presenta una serie di vincoli (in particolare la forma stretta e allungata delle stanze, la muratura portante interna e la necessità di ricavare il bagno in prossimità dell’unica colonna di scarico esistente) che rendono difficile ricavare un vero e proprio bi-locale, per cui proponiamo di organizzare gli spazi come un open space. Per migliorare l’illuminazione naturale, può scegliere per gli infissi esterni dei modelli con più superficie vetrata rispetto a quelli esistenti (facciamo però presente che è possibile modificare la tipologia degli infissi esterni solo in caso non siano presenti vincoli prospettici sull’edificio, dato che l’edificio potrebbe ad esempio essere vincolato per pregio storico-architettonico o ricadere in una zona con vincolo paesaggistico).

Chiaramente la fattibilità tecnica, statica e le normative edilizie dell’intervento proposto, dovranno essere valutate e sviluppate dal progettista che seguirà i lavori in loco.

Ingresso

Abbiamo ricavato un piccolo ingresso separato con funzione di antibagno (filtro sempre necessario secondo i regolamenti edilizi e di igiene per evitare che il bagno comunichi direttamente con ambienti “abitabili”). La nicchia a destra della porta d’ingresso può essere arredata con un mobile appendi-abiti e scarpiera, magari con ante a specchio per “dilatare” lo spazio e riflettere la luce. Per sfruttare al meglio la luce naturale, proponiamo di realizzare la fascia alta delle pareti interne dell’ingresso e del bagno con vetro-cemento, di scegliere porte in vetro (ovviamente satinato per la porta del bagno) e, se possibile, un portoncino d’ingresso con inserti in vetro e/o sopra-luce.

Bagno

E’ stato organizzato tenendo conto della presenza della colonna di scarico nell’angolo da lei indicato. Come da sua richiesta, per ottimizzare gli spazi è stato inserito un sanitario speciale con doppia funzione di wc e bidet: la soluzione è tecnicamente realizzabile, ma non sempre i regolamenti edilizi e di igiene consentono di rinunciare al bidet vero e proprio, per cui è necessario consultare i regolamenti locali e/o il tecnico comunale per il caso specifico. Se possibile, il bagno potrebbe avere aerazione e luce naturale aprendo una nuova piccola finestra (alta) sulla parete che dà sulla terrazza.

Zona cucina

Per migliorare l’arredabilità degli spazi e il passaggio della luce naturale tra una zona e l’altra, suggeriamo di realizzare una nuova apertura in corrispondenza della nicchia esistente nell’attuale ripostiglio. A distanza e senza possibilità di fare un sopralluogo sul posto, non è possibile fare alcuna valutazione tecnica specifica, che dovrà essere fatta necessariamente dal tecnico che si occuperà della progettazione e della direzione lavori, ma la nicchia esistente (che abbiamo visto nella foto che ci ha fornito) potrebbe essere ciò che resta di una vecchia porta o finestra e probabilmente può essere facilmente riaperta. Per poter utilizzare la colonna di scarico esistente, il lavabo (doppio, come da lei richiesto) e la lavatrice sono stati posizionati sulla parete che separa bagno e zona giorno.

Zona soggiorno / notte

Secondo le sue esigenze, l’open space è arredato come soggiorno/pranzo con divano- letto, tavolo, libreria, scrivania e piccola cabina armadio.

La consulenza è stata sviluppata a partire da materiale grafico e informazioni fornite dal cliente e per questo la situazione rappresentata negli elaborati potrebbe risultare non del tutto corrispondente allo stato dei luoghi. Lo scopo della consulenza online è fornire al cliente un’idea base di partenza da sviluppare successivamente in sede di progettazione e direzione lavori.

I nostri clienti dicono...

Abbiamo fatto consulenze on line per ItaliaPrincipato di MonacoFrancia, BelgioLussemburgoGermania e Svizzera.  Leggi le ultime recensioni pubblicate su Google da alcuni clienti.

Contattaci per un preventivo senza impegno